Valtellina Ebike festival

19 Settembre 2020

Metà giugno

La prendiamo un po’ larga, è vero, ma tutto comincia a metà giugno quando Tommaso Maggiolini (come sarebbe a dire chi è? Mai visitato il blog di CyclingOn?) mi chiama per chiedermi se ho tempo e voglia di accompagnarlo a testare un percorso in Valtellina. Mi spiega che sarebbe uno dei percorsi selezionati per il Valtellina Ebike Festival che si terrà poi a settembre, situazione Covid permettendo: un bell’evento, anche perché sarà uno dei pochissimi per quest’anno. Ovviamente confermo e in un grigio e afoso sabato pomeriggio di inizio luglio, col cielo che minaccia pioggia da un momento all’altro, facciamo il nostro giro test. Bel tour, panoramico e impegnativo quanto basta con salite toste cercate apposta per sfruttare al meglio l’assistenza delle e-bike. Terminato il giro, giusto qualche minuto prima che inizi a piovere, ci troviamo a parlare con gli organizzatori dell’evento che ci invitano ufficialmente a partecipare al weekend di settembre.

Tra limitazioni e virus sempre in agguato a fine agosto vengono confermate le date: il 19 e 20 settembre prossimi. Me lo segno subito in agenda, anche se purtroppo per altri sopravvenuti impegni potrò esser presente solo il sabato.

valtellina ebike festival 001

Venerdì 18 settembre

L’evento inizia domani mattina ma per noi il ritrovo è fissato oggi alle 18 al polo fieristico di Morbegno: ci sono altri giornalisti e blogger, alcuni li conosco già altri no, ci sediamo tutti davanti a una birra fresca e ci viene presentato il programma per i prossimi due giorni. Siamo quindi invitati ad una visita alla fabbrica di caschi MET che ha sede qui vicino. Interessante, molto interessante: soprattutto quando assistiamo ai vari test a cui son sottoposti i caschi per verificarne la sicurezza. Vista l’ora la visita si conclude con un ottimo aperitivo, prima di raggiungere il ristorante per la cena tipica valtellinese: ottima e abbondante. Anche il vino … fortuna che domani saremo con le E-bike! Raggiungiamo l’albergo per una bella dormita, è stata una giornata piena e siamo tutti stanchi.

valtellina ebike festival 002
valtellina ebike festival 006

Pronti via!

Sabato 19 settembre: il cielo è sereno e la giornata si preannuncia bella. Ci prepariamo, facciamo una ottima colazione, carichiamo le bici in macchina (il nostro hotel è a una ventina di km dalla partenza) e raggiungiamo il polo fieristico di Morbegno prima dell’inaugurazione del Valtellina E-bike Festival. Caffè, breafing con gli organizzatori, caffè (stamattina ci vuole proprio …), poi con il gruppo di giornalisti ci accodiamo ai partecipanti al tour che prenderà il via a breve. Oggi pedalerò una Raymon nuova fiammante messami a disposizione dagli amici di ParcoBici Monza: l’hanno preparata apposta per questa occasione, vedremo di far divertire anche lei! Tantissimi partecipanti: più di 150 E-bikers di tutti i generi, attendono il via sparsi nel piazzale antistante l’area espositiva.

valtellina ebike festival 007

Si aprono i cancelli e si parte, poi dopo aver passato il Ponte di Ganda iniziamo a salire per stradine che diventano sempre piu strette e ripide. Il gruppo inizia a sgranarsi e i miei compagni d’avventura cercano tutti gli scorci più belli per fare qualche scatto interessante. Si sale, si scende, ci si ferma ai punti ristoro, ogni tanto incontriamo qualcuno con piccoli problemi ma tutto sommato si va via che è un piacere.

Il tempo passa veloce e arrivati all’inizio dell’ultima frazione di percorso, tutta in discesa dove son segnalati due percorsi: verde per tutti e rosso per chi vuol provare emozioni più forti. Io e l’amico Giulio Masperi ci buttiamo giù seguendo tutti i tratti segnati come hard: spettacolo! Peccato che le cose belle finiscono subito, in men che non si dica raggiungiamo il fondovalle e ci immettiamo sul sentiero Valtellina, la ciclabile che ci riporterà al punto di partenza. È tutto piano e abbiamo ancora parecchia batteria che sfruttiamo senza ritegno per rientrare veloci.

valtellina ebike festival 012

Bici in macchina, cambio abiti e debreafing con gli organizzatori: “come vi è sembrato … che ne dite dell’organizzazione … e i partecipanti, come vi son sembrati? …” insomma, un piccolo resoconto e il giusto riconoscimento al merito per chi – nonostante le restrizioni per via del covid – è riuscito a centrare l’obiettivo al primo colpo: bravi, bravi! Molti di noi purtroppo non possono restare fino a domani, quindi prima di lasciarci ci salutiamo davanti a una bella birra artigianale prodotta qui vicino: fresca al punto giusto è proprio quel che ci vuole per chiudere una così bella giornata. Prosit!!!

Mario Cossa

    Leave a comment