Giornata d’estate in Valsassina

betulle 003

Oggi è proprio una bella giornata d'estate: il cielo è blu come si vede solo in montagna, i prati sono di un bel verde intenso, la temperatura è decisamente estiva e il fango ha lasciato il posto alla polvere. Parcheggiamo a Cortabbio, in Valsassina, proprio di fianco alla ciclabile che segue il torrente Pioverna. Qualche biker, parecchi pescatori, alcuni runner e qualche signora che cammina nel fresco del mattino (all'ombra però!). La ciclabile segue il torrente, quindi è in discesa fino a Taceno: da qui si inizia a pedalare in salita e il sole inizia a picchiare duro. Poco più di un km sull'asfalto già bello caldo poi ci infiliamo nelle viette lastricate del vecchio paese: la salita è ripida, però la "via per Margno, già del Varrone" è stretta e ombreggiata tra le vecchie case del paese.

betulle mapIl paese finisce e la via si inerpica nel bosco: una mulattiera ripida e scivolosa, farla tutta in sella è da eroi! Forse era meglio stare sull'asfalto della provinciale in salita. Vabbè, spingeremo un po' per qualche tratto, tanto Margno ormai è quassopra. Cioè, continuo a ripetermelo nella speranza che sia proprio lassù… 

betulle 004La segnaletica lungo il percorso si alterna tra vecchie pietre miliari e nuovi pali con frecce in alluminio: l'eterno granito contro il fragile manufatto umano … Margno: si torna indietro in discesa per qualche centinaio di metri per poi riprendere a salire: Crandola è lì, appena fuori dal paese l'asfalto finisce e inizia una bella carrareccia in terra battuta. Polvere, fieno appena tagliato, tafani, sudore, caldo: speriamo di trovare presto una fontana che la borraccia è ormai quasi vuota.

betulle 008Tutta la salita è panoramica e la Grigna è sempre lì che ci osserva: la vetta la dietro e il Pizzo della Pieve con la parete Fasana in bella mostra. Ricordi di arrampicate giovanili …. Alpe Piazza, Alpe Grasso: eccola la fontana. L'acqua è bella fresca e una borraccia finisce subito: "cià, fammela riempire ancora va …" "già che ci siamo io mi rinfresco un po' " Bravo, anch'io! " "Uè, si stà porprio bene adesso!" Riprendiamo a pedalare, le prime case dei Piani delle Betulle si vedono lì sopra. Ci arriviamo in un momento e raggiungiamo il Chiosco da Marco, adesso una birra fresca non me la toglie nessuno. Relax, birra, chiacchiere, sole, gente. Volevamo salire ancora, ma … ma nessuno ne ha voglia adesso, così ci inventiamo la discesa alternativa. Giù a Paglio e poi … " guarda qui la mappa che bella stradina che segna" "cerchiamola dai, sembra interessante" "Di qua raga, è qui!" Ci mancava: una bella sterrata polverosa e sassosa, ripida e sdrucciolevole. In più man mano che si scende il caldo si fa sentire. Comunque è un attimo, poi l'asfalto della provinciale ci accoglie con tuttp il suo calore. Torniamo a Margno e riprendiamo la via di salita: adesso si che ci si diverte! Taceno, ciclabile, parcheggio, anche oggi ci siamo divertiti. Bella lì raga!